Zuppa della sposa un matrimonio dei vecchi tempi

La zuppa della sposa viene cucinata con pane tagliato a fettine sottili e abbrustolito, bagnato con il vino bianco aromatizzato con cannella e semi di anice con l’aggiunta di cinque qualità di liquori, cedro, cioccolato fondente e mandorle. Si trattava di un piatto della tradizione di Barrea che veniva cucinato in occasione di un matrimonio. Nel pranzo nuziale la preparazione della “zuppa della sposa” spettava alla famiglia della sposa. (da qui il nome), le cuoche più esperte…

Barrea: la zuppa del pastore – un piatto antico ma ancora attuale

La zuppa del pastore, era una delle pietanze che i pastori potevano cucinarsi quando erano lontani da casa. La zuppa è fatta con brodo di carne di pecora con l’aggiunta di verdure di campagna come cicoria. Alla zuppa veniva aggiunto anche il pane raffermo. Si trattava di un piatto povero e frugale. Negli ultimi anni la ricetta è stata rivisitata. Agli ingredienti tradizionali si sono aggiunte le polpettine di carne, uova sode, mozzarella e crostini di…

I bocconotti di Castel Frentano

L’origine del nome di questo gustoso dolcetto discende da una leggenda ambientata agli inizi del Settecento, quando anche in Abruzzo s’iniziò ad importare caffè e cacao destinato alla produzione del cioccolato, due ingredienti chiave della elaborazione del ripieno dei bocconotti. La leggenda del bocconotto. Si narra che una domestica di Castel Frentano, per omaggiare il suo padrone, inventò un dolcetto di pasta frolla simile nella forma ad una tazzina di caffè contenente un ripieno di…

Pallotte cacio e ovo di Schiavi di Abbruzzo

Le polpette natalizie Le pallott casce’e ova, ossia le polpette cacio e uova sono una specialità gastronomica di molti paesi dell’Abruzzo e anche di Schiavi di Abruzzo. Schiavi di Abruzzo è un comune italiano di 801 abitanti della provincia di Chieti. Data la posizione isolata tra le montagne, ha mantenuto tipiche caratteristiche del Medioevo e del Rinascimento. Il piatto del paese è tipico della tradizione contadina, dove, con pochi e semplici ingredienti come formaggio e…

La cicerchiata di Val di Sangro

La cicerchiata è un dolce tipico legato alla ricorrenza del Carnevale, la cui ricetta può presentare alcune varianti, non solo per gli ingredienti utilizzati, ma anche per il procedimento di realizzazione e per la forma. Si è affermata nella cultura alimentare abruzzese soprattutto nell’area del Sangro, dove il settore dell’apicoltura è estremamente affermato, con produzione di miele di alta qualità. La preparazione Impastare in una ciotola farina, uova, zucchero, olio, e buccia di limone, fino…

Il fiadone il cheesecake abruzzese

Il fiadone dolce mostra delle differenze peculiari da zona a zona. A Gessopalena, in provincia di Chieti, si usa un formaggio fresco canestrato appena scolato e amalgamato con un impasto granuloso di uova e aromi. Il nome fiadone deriverebbe, secondo la versione più accreditata (Panzini), da “flan” e proviene dal basso latino “flado” derivato dal germanico “fladen” che significa cosa gonfia. Le sue origini risalgono ai tempi di Messisburgo, contemporaneo dell’Ariosto, e lo troviamo nello…

Il cacio di Abruzzo

Formaggio a pasta filata prodotto tradizionalmente nelle zone dell’Abruzzo al confine con il Molise (province di Chieti e L’ Aquila). Il caciocavallo viene ancora prodotto in piccoli caseifici aziendali. Dopo la coagulazione del latte la cagliata viene rotta e messa ad acidificare, in alcuni casi con l’aiuto di siero. innesto. La cagliata acidificata viene poi tagliata e trattata con acqua calda per poterla filare. La filatura e la formatura sono eseguite a mano. Le forme…

Il dolce di Lama dei Peligni

La sfogliatella è un dolce tipico del comune di Lama dei Peligni.Il dolce è costituito da un involucro di pasta sfoglia di forma ovale che racchiude una profumata farcitura a base di marmellata d’uva e di amarena,mosto cotto, noci e cacao. A fine cottura, la pasta viene ricoperta con zucchero a velo. Le sfogliatelle di Lama hanno avuto origine alla fine del 1800 dalla rielaborazione della ricetta delle sfogliatelle napoletane fatta da Donna Anna di…

La Pizza di Lanciano

Caratterizzata dalla sua farcitura ricca di salumi come prosciutto cotto, crudo, mortadella, salame e coppa, la pizza ripiena di Lanciano è davvero un’esplosione di gusto.  La pizza ripiena, tipica di Lanciano, è una ricetta semplice. Si prepara come una pizza. Per l’impasto usate  250 gr. di farina e 150 ml. di acqua con il lievito. Impastate e lasciate lievitare per un’ora. In una teglia con olio aggiungete un primo strato di pasta. Sopra mettete le…

Sagne con i fagioli – la pasta di borgo Incile

Borgo Incile la festa delle sagne con i fagioli. Borgo Incile, frazione di Avezzano, è situata ai bordi dell’altopiano del Fucino in cui insiste il monumentale Incile del Fucino, non distante dall’opera idraulica di epoca romana dei Cunicoli di Claudio. Per sagne si intende un formato di pasta tipico della cucina di una vasta area della Ciociaria, dell’Abruzzo, del Molise, della Valle Latina e di altre zone montane del Lazio, nonché del Salento leccese. L’Abruzzo…

Il mattarello magico

Il nome deriva dal particolare matterello dentellato che si usa per preparare il formato di pasta. Condita con sugo misto di carne, il rintrocilo è una pasta di farina, acqua e sale. E’ tipica della città di Lanciano, dell’area frentana e dell‘Alto Sangro. La sua realizzazione, infatti, è particolarmente legata al periodo della transumanza, fatto da cui deriva la diffusione proprio in quei territori maggiormente interessati dal passaggio degli armenti, lungo il Tratturo Magno. Può…