Gustandum le ricette antiche dei borghi italiani

Il pane pistoccu il pane dei pastori: un prodotto a lunga conservazione

Il pistoccu è un tipico pane dell'Ogliastra, regione storico-geografica della Sardegna orientale. È sottile e secco e si può gustare anche bagnato in acqua. Il Pane Pistoccu è uno dei pani più antiche dell'arte della panificazione sarda. In passato, per le sue caratteristiche, che ne consentono una lunga conservazione, era ...
Leggi

Gli spaghetti alla strombolana una ricetta dai sapori vulcanici

E' un piatto tipico dell'isola di Stromboli. La base di questa pasta sono i prodotti locali:  pomodoro, aglio, olio d’oliva, olive verdi, capperi, acciughe salate e peperoncino piccante. Una volta triturati gli ingredienti occorre preparare un soffritto al quale si aggiungerà un po' di brandy e la passata di pomodoro ...
Leggi

La fregula con le arselle – un piatto dai sapori isolani: la Sardegna

La frègula, o fregola, è un tipo di pasta di semola prodotta in Sardegna. Si ottiene per "rotolamento" della semola entro un grosso catino di coccio e tostata in forno. La forma è quella di palline  irregolari di diametro variabile fra i 2 e i 6 millimetri. Una preparazione tipica ...
Leggi

La seadas: un dolce antico al formaggio e al miele di corbezzolo

La seada (anche sebada e sevada in lingua sarda) è un piatto tipico della tradizione sarda a base di semola, formaggio, miele (o zucchero) come condimento. Deve il suo nome alla cebada, cioè alla graminacea nota anche come Hordeum vulgare, cereale noto in Sardegna sin dal Paleolitico insieme al farro ...
Leggi

Pardulas della Sardegna: dolce pasquale al formaggio

La pàrdula, in italiano "formaggella", è una piccola tortina con ripieno di ricotta o di formaggio. A seconda della zona si può trovare in una versione dolce o salata, all'aroma di arancia o limone e, più rara, una versione con l'uvetta. Preparazione: Predisporre il ripieno miscelando in una terrina il formaggio ...
Leggi

Tuscania:la coratella – I sapori antichi da non dimenticare

La coratella è un piatto tipico delle regioni dell’Italia centrale, in particolar modo del Lazio. Il termine coratella indica le viscere di animali di piccola taglia come il coniglio o l’agnello: polmoni, intestini, fegato, cuore, ma spesso vengono usate anche i reni, la milza e le animelle. La tradizione gastronomica ...
Leggi

Le orecchiette: la pasta delle due farine del tavoliere delle Puglie

Nell'area del Gargano è a Vieste grazie alla vicinanza del Tavoliere delle Puglie (definito "Il granaio d'Italia" fin dall'epoca romana) non mancano certo le tradizioni e la fantasia nel preparare in diverse forme la pasta e nel condirla in molteplici varianti. Tra queste le orecchiette. Preparazione Mescolare per bene in ...
Leggi

Il Brezel il pane dei monaci – da gustare

Il Brezel è un tipo di pane molto popolare tra le popolazioni di lingua tedesca, e quindi diffuso soprattutto in Germania, Austria, Svizzera e Alto Adige. A seconda delle regioni, viene detto anche Laugenbrezel, Pretzel, Pretzl, Bretzel, Breze o Brezn. Gli ingredienti del Brezel sono farina di grano tenero, malto, ...
Leggi

I carciofi ripieni: i sapori della cucina eoliana al profumo di cappero

La caratteristica della gastronomia eoliana è  data dai sapori forti, dall’uso delle erbe e piante aromatiche prodotte da quella natura strana e selvaggia. Il denominatore comune della cucina eoliana è il cappero che viene usato volentieri per insaporire  moltissimi piatti. Per citarne alcuni: i ravioloni di cernia in salsa paesana ...
Leggi

I mostaccioli di Oristano – il rombo dolce

I mustazzoleddus de mendula sono un dolce tipico dell'oristanese, diffusi in tutta la Sardegna. Vengono preparati nelle festività e nel periodo natalizio. L'impasto dei mostaccioli è come quello del pane. Farina, acqua e lievito. Una volta preparato l'impasto aggiungete lo zucchero, il bicarbonato, la cannella e la scorza grattugiata del ...
Leggi

Il cabucio: il pane farcito di Marettimo – ll paradiso delle Egadi

Il Cabucio è un tipo di pane dell'isola di Marettimo. La preparazione è quella tipica del pane. Impastare farina acqua e lievito madre. Una volta terminato far riposare l'impasto per lievitazione. Al cabucio si dovrà dare la forma di un panino un po' schiacciato, e passare a forno caldissimo. Una ...
Leggi

Le lorighittas una pasta unica – la specialità di Morgongiori

Le lorighittas  sono una pasta tipica della cucina sarda ed originaria di Morgongiori, centro abitato ai piedi del monte Arci, in Sardegna. Si condiscono tipicamente con sugo di pollo ruspante e pomodori o con semplice sugo di pomodoro. Si preparano a mano attorcigliando tra le dita un doppio filo di ...
Leggi

La Seupa à la Vapelenentse – la zuppa con il pane bianco

La Seupa à la Vapelenentse ha ottenuto nel 2007 la Denominazione Comunale di Origine (De.C.O.).Il nome “vapelenentse”, deriva da Valpelline, un paese di circa 600 abitanti alla confluenza tra la valle di  Ollomont e la Valpelline. La Seupa tramandata da nonne e bisnonne si prepara con il pane  bianco perché ...
Leggi

Pèilà nèira – la pappa nera il piatto antico delle valli

Un piatto tipico valdostano e di Cogne che appariva spesso sulle tavole valdostane. A  seconda   delle zone poteva essere eseguito con farina bianca,  con misto gialla/bianca e addirittura zuccherata formando  così una péilò dolce. E’ stato un alimento base dell’infanzia,  tanto da ritenere che intere generazioni passate siano  cresciute con ...
Leggi

Le Tegole della Val D’Aosta – il dolce delle Valli

L’origine di questi leggeri biscotti valdostani risale al 1930. I pasticceri Boch, dopo aver viaggiato nel nord della Francia più precisamente in Normandia, hanno realizzato le cosiddette tuiles, io tegole, portando con sé la deliziosa ricetta nella piccola regione italiana e facendone un cult della produzione dolciaria attuale. Le tegole ...
Leggi

Inviaci le tue ricette

Gustandum

le tradizioni culinarie dei borghi italiani