La Fontina: il formaggio delle Valli e dei pastori

La Fontina, prodotto Dop e tipico della produzione lattiero casearia della Valle d’Aosta. Il Wall Street Journal, nel 2016, ha inserito la Fontina tra i migliori formaggi al mondo.

Preparazione e caratteristiche

È un formaggio semiduro, grasso, a pasta semicotta, ad acidità naturale di fermentazione, fabbricato con latte intero di vacca proveniente da una sola mungitura e munto da non oltre 2 ore. Viene prodotto con latte provenientile da allevamenti valdostani nutriti con l’erba del pascolo locale e con fieno.

Per la preparazione vedi anche il video.

Origini 

La origine della Fontina  risalgono al 1270. Ulteriori evidenze collocano le origini del formaggio al 1477 nella Summa Lacticinorum del medico vercellese Pantaleone di Confienza, mentre la prima classificazione è del 1887. In quell’anno il formaggio viene inserito nelle  “Fontine di Val d’Aosta” nell’annuario della Stazione Sperimentale del caseificio di Lodi.
Tradizionalmente sono gli “arpian” (i pastori degli alpeggi) a preparare la fontina nelle baite.

Due parole su… 

La Valle d’Aosta e ‘ una regione italiana a statuto speciale dell’Italia nord-occidentale, con capoluogo Aosta, da cui trae il nome. Fa parte dell’Euroregione Alpi-Mediterraneo. Istituita nel 1946 con l’abolizione della provincia di Aosta. È la regione più piccola d’Italia con 3 263 km² di superficie e anche quella meno popolata con 125 814 abitanti, con un territorio completamente montano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *