Le Tegole della Val D’Aosta – il dolce delle Valli

L’origine di questi leggeri biscotti valdostani risale al 1930. I pasticceri Boch, dopo aver viaggiato nel nord della Francia più precisamente in Normandia, hanno realizzato le cosiddette tuiles, io tegole, portando con sé la deliziosa ricetta nella piccola regione italiana e facendone un cult della produzione dolciaria attuale.

Le tegole valdostane (in francese tuiles /tɥil/sono dei dolci a cialda tipici della Valle d’Aosta. Vengono prodotte ad Aosta fin dagli anni trenta, seguendo un’antica ricetta della Normandia. Recentemente sono apparse sul mercato anche tegole ricoperte di cioccolato. Sono paragonabili alle lingue di gatto.

Preparazione

1- Mescolare le farine con lo zucchero e l’albume sino ad ottenere un costo fluido. Distribuire su carta da forno in dischetti da 8 cm di diametro.

2-  Infornare a 170 °C per 6-8 minuti.

3- Sfornare e adagiare i dischi su una superficie dura e con il mattarello imprimere ai dischetti ancora caldi una leggera curvatura tipica di questo biscotto.

4- Fare raffreddare le tegole e servitele a piacere.

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • albume
  • 200 gr farina di mandorle
  • 100gr farina di nocciole
  • 100gr zucchero.

Due parole su.. 

Aosta è il capoluogo di regione della Valle d’Aosta. È situata nei pressi di località sciistiche e del Parco Nazionale del Gran Paradiso, caratterizzato da un giardino botanico alpino, sentieri e specie quali stambecchi e aquile.

Tra le vestigia del passato romano figurano l’Arco di Augusto e la Porta Pretoria, che un tempo dava accesso alla città. Il complesso di Sant’Orso comprende un chiostro romanico e una prioria con una cappella affrescata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *