Il cascà di Carloforte

Il Cous cous alla Carlofortina è un piatto portato nell’isola di San Pietro dagli antenati degli abitanti di Carloforte.

Alcuni secoli  fa dalla Liguria si trasferirono a Tabarka, nelle coste tunisine, per praticare la pesca e da lì a Carloforte. Gli antichi abitanti di Carloforte mantennero alcune tradizioni della cucina africana, tra cui il cascà (cous cous) vegetariano.

La ricetta di Carloforte è simile ad altri piatti a base di cous cous. Essa è preparata con semola e diverse verdure (ceci, piselli, verza, carota, finocchio, melanzana, zucchina, cipolla) ed è aromatizzata con erbe (finocchio selvatico) e spezie: (coriandolo, cannella, chiodi di garofano, anice stellato).

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Ingredienti

  • 250 g di cous cous a cottura rapida
  • 1/2 verza
  • 200 g di ceci già bagnati
  • 200 g di fave o piselli
  • 2-3 carote
  • 1 mazzetto di finocchietto selvatico
  • 1 cipolla.

Due parole su..

Carloforte (U Pàize, ossia “Il Paese” in ligure tabarchino, Carluforti in sardo campidanese) è un comune italiano di 6 190 abitanti della provincia del Sud Sardegna.

È situato sull’isola di San Pietro, al largo della sub-regione del Sulcis-Iglesiente, in Sardegna; l’isola è situata a circa 10 km dalla costa sarda, e costituisce, insieme alla vicina isola di Sant’Antioco con altri isolotti e scogli vicini alle sunnominate due isole, l’Arcipelago del Sulcis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *