Fatti fritti e il carnevale è fatto

Fatti fritti o para frittus

fatti fritti o para frittus sono dolci tipici del carnevale sardo. “Para Frittus” o “parafrittu”  letteralmente significa frati fritti”. L’origine del loro nome deriva dal bucopresente al centro del dolce che ricorda la chierica dei frati o dalla riga bianca centrale che si forma durante la frittura e che ricorda il cordone del saio dei frati.

In Sardegna vengono preparati in modi diversi, in base alla zona o alla ricetta di famiglia, che viene tramandata da madre in figlia.

Preparazione

Sciogliere il lievito con un po’ di latte caldo. Versare la farina in una ciotola e aggiungere il lievito sciolto con il resto del latte. Grattugiare la scorza del limone e delle arance e versare nell’impasto. Aggiungere lo zucchero e le uova e lavorare l’impasto. Versare il sale e il burro fuso. Lavorare l’impasto fino a renderlo liscio ed elastico. Aggiungere l’acquavite e fare assorbire. Fare lievitare l’impasto coperto fino a raddoppiare il volume (circa 2/3 ore). Una volta che l’impasto è raddoppiato di volume, creare delle palline e adagiare su una tovaglia infarinata. Coprire e far lievitare per circa mezz’ora.

Per saperne di più vedi il tutorial

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Ingredienti

  • 1 kg farina 00
  • 4 uova
  • 500 ml di latte
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • Un bicchierino di acquavite
  • 20 g di lievito di birra fresco
  • Sale q.b.
  • 1 limone
  • 2 arance
  • Olio per friggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *