February 20, 2019 wppanibus

Non si butta niente

I maltagliati con i ceci di Camerino rappresentano uno dei primi piatti più poveri della nostra tradizione culinaria contadina. Quando le donne di casa, armate di mattarello, preparavano le tagliatelle, quella parte di sfoglia che avanzava poiché non permetteva di ricavarne delle tagliatelle, (generalmente i bordi), veniva tagliata in modo irregolare tanto da ricavarne pezzetti di pasta del tutto disomogenei (i maltagliati).

Trattandosi per lo più delle aree perimetrali della sfoglia, anche lo spessore era disomogeneo. L’uso più classico dei maltagliati è con i ceci, uno dei legumi ad alta digeribilità dagli indiscutibili benefici nutritivi.

La ricetta non è complessa si  prepara una pasta con farina, acqua ed un uovo. Si tira poi una sfoglia un po’ spessa che si taglia a quadrucci un po’ grandini. I ceci, tenuti a bagno dalla sera prima con un po’ di sale, si scolano e si lasciano per qualche minuto con una puntina di bicarbonato. Si risciacquano per bene.  In una pentola, sempre con acqua tiepida, si mettono a cuocere.

A parte si prepara un sughetto con olio, cipolla, sedano e pomodoro. In una pentola con acqua bollente salata, si versano il sugo pronto, i ceci già cotti ed i quadrucci. Appena questi saranno giunti a cottura, si verserà tutto nelle fondine e si servirà.

Ingredienti

Per la pasta:

Per il sugo:

  • olio;
  • cipolla;
  • sedano;
  • pomodoro;
  • ceci.

Due parole su..

Distante 47 km da Macerata, la città di Camerino è situata tra le valli del Chienti e del Potenza, in una suggestiva posizione su di un colle al centro della zona montana della provincia di Macerata, chiusa a sud dal massiccio dei Monti Sibillini e a nord dal Monte San Vicino. Il territorio è caratterizzato per la maggior parte da un paesaggio collinare, con una gradevole alternanza di campi coltivati, piccoli boschi e querce secolari.

Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *