18 Febbraio, 2019 wppanibus

La trippa dei giorni di festa

Ricetta ricca, per le tavole più abbienti, consumata nei giorni di festa  invernali, spesso concomitanti alle festività natalizie. La trippa cucinata a Radicofani prevedeva come primo ingrediente  la trippa di un suino adulto. Lasciata a mollo in acqua salata per alcune ore si scotta leggermente in acqua bollente. A parte si prepara il ripieno in una terrina (la quantità di ripieno varia a seconda della grandezza della trippa): il pane grattugiato, il formaggio grattugiato, le uova, la pancetta tagliata a dadini, sale, pepe e un pizzico di noce moscata grattugiata.

Si amalgama il tutto molto bene. Si cuoce la trippa lasciando un foro aperto per inserire il ripieno. Una volta riempita, mai troppo, perché in cottura si potrebbe rompere, si cuce il foro e si pone in una pentola di acqua bollente con sedano, carota ed i chiodi di garofano. Si lascia cuocere per almeno due ore o più. Quando è cotta si lascia raffreddare, quindi si taglia a fette e si dispone sul piatto di portata.

Ingredienti

  • Trippa di maiale;
  • pane grattugiato;
  • 2 uova;
  • uva passa;
  • sale;
  • pepe;
  • formaggio grattugiato 100 gr.;
  • noce moscata; 
  • pancetta di maiale 100 gr.;
  • sedano;
  • carota;
  • chiodi di garofano.
Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *