La panina di Subbiano

La panina

La panina di Pasqua è un tradizionale pane dolce subbianese e casentinese tipico della Pasqua, con spezie, uvetta e un pizzico di zafferano.

La ricetta conosce diverse varianti, come la panina unta casentinese, a forma di pane che abbina agli usuali ingredienti (farina, lievito, uovo, zucchero) ciccioli, olio, sale, pepe e unto di soprassata, cioè il grasso che filtra dalle fibre dell’involucro dello squisito salume.

A Subbiano era tradizione per Pasqua, Lunedì dell’Angelo, che a vendere la panina fosse la “Compagnia”, antica istituzione, che provvedeva a farla cuocere in uno dei forni tradizionali del paese.

Preparazione

Mettere a bagno l’uva sultanina per farla rinvenire per circa 1/2 ora .

Sciogliere il lievito in 1/2 bicchiere d’acqua.

Mescolare il resto degli ingredienti in una ciotola e lavorare con le mani (chi preferisce può usare l’mpastatrice).

Aggiungere il lievito sciolto e l’uva sultanina strizzata.

Quando il composto è ben amalgamato, coprire la ciotola con un panno e mettere a lievitare per circa 4 ore.
Quando il composto sarà piu’ che raddoppiato, lavorarlo leggermente e formare le panine della misura desiderata.

Disporre le panine in una teglia ricoperta di carta da forno, coprire con un panno e lasciare lievitare ancora per almeno 3 ore.

Ingredienti

  • 660 g di farina
    – 2 uova
    – 1 bella manciata di zucchero – 1 pizzichino di pepe
    – 1 cucchiaino di sale – 10 cucchiai di olio d’oliva
    – 1 bustina di zafferano – 1 panetto e 1/2 di lievito di birra
    – 1/2 KG di uva sultanina

Due parole su…

Subbiano (Subbièno nel dialetto locale) è un comune italiano di 6 331 abitanti della provincia di Arezzo in Toscana.
Il nome Subbiano potrebbe derivare dall’espressione latina “Sub Jano conditum” ovvero “Costruito al tempo di Giano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *