I fagioli e le castagne i protagonisti della minestra di Cuccaro

La minestra di fagioli e castagne

Cuccaro Vetere (Cùccarë in dialetto cilentano) è un comune italiano di 564 abitanti della provincia di Salerno in Campania.

La sua collocazione geografica ne ha fatto, nel corso della storia, una roccaforte difensiva di Velia, e in seguito un baluardo dei Normanni, che vi eressero un castello e delle mura, dopo che Federico II fece della città un suo feudo. Anche la religione ha giocato un ruolo importante: Cuccaro fu sede del cenobio bizantino di San Nicola di Mira e, dal 1333, di un monastero francescano di cui si possono ancora ammirare gli imponenti ruderi. Il borgo si fregia tuttora del castello, con le sue torri, e di numerose chiese tra cui quella settecentesca di San Pietro Apostolo, in cui è custodita una reliquia della croce di Cristo.

Un’antica ricetta di Cuccaro Vetere. Partiamo dagli ingredienti per arrivare alla preparazione di questa gustosa ricetta.

Ingredienti

  • 500 grammi di castagne secche o fresche;
  • 250 grammi di fagioli borlotti;
  • uno spicchio di aglio;
  • una cipolla piccola;
  • olio extravergine di oliva;
  • sale, pepe
    un mazzetto di prezzemolo
    qualche foglia di salvia, alloro, rosmarino.

Preparazione

La sera mettere in ammollo fagioli e castagne secche, separatamente;
Il giorno seguente predisporre un soffritto con olio e cipolla e aglio;  aggiungere le castagne e i fagioli con un po’ d’ acqua utilizzata per l’ammollo e insaporire con l’alloro, il rosmarino e la salvia.
Lasciar cuocere per 45 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *