Uno scorcio sulla cucina di Poggiodomo

il

Brosega

Poggiodomo, provincia di Perugia, conta 102 abitanti. Di antiche origini, dopo la penetrazione romana (IV secolo a.C.) il territorio entrò a far parte di quella che all’epoca era chiamata la Regione Sannio. Sempre sotto il dominio delle città circostanti, prima Spoleto e poi Cascia, ne seguì le vicende.Nel centro storico tra gli edifici sacri d’interesse turistico sono da vedere il castello (secoli XIII-XIV), la chiesa di San Pietro (XIV secolo), con interessanti affreschi realizzati tra il XVI e il XVIII secolo, e la chiesa di San Carlo Borromeo (1633), con all’interno nove altari lignei barocchi del XVII e XVIII secolo.

Tra i piatti tipici del borgo la brosega. La Brosega,  a base di pomodori saltati in padella con un soffritto di cipolla a cui si uniscono solo in ultimo le uova da strapazzare. 

Preparazione

Rosolare con l’olio la cipolla sminuzzata. Mettere poi a cuocere i pomodori con un pizzico di sale a fuoco moderato. Quando il sugo sarà quasi cotto aggiungere le uova e strapazzandole terminare la cottura.

Ingredienti

  • Uova
  • Cipolla
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale

Per saperne di più su Poggiodomo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *